Dicono di noi

Nella fitta mappa della Toscana coreografica, il territorio senese sta esprimendo con forza un’attività produttiva fino a qualche tempo fa inimmaginabile. Merito va a chi, come le sorelle Simona e Rosanna Cieri di MOTUS danza, da molti anni si impegna con passione a imporre un’idea di spettacolo di danza che superi gli antichi e rassicuranti confini del genere di intrattenimento […] con impegno caparbio, determinazione e dedizione nel (di)mostrare che la danza è un’arte “traumatica” che indaga e può interpretare anche problematiche forti e talvolta difficili, perché difficile è la vita.
Con un vocabolario coreografico chiaro e articolato, nutrito del linguaggio classico, amalgamato ad influenze contemporanee, MOTUS declina una scomoda e “scorticata” commedia umana.
E’ stato detto: L’arte deve essere scomoda. Queste autrici senesi sembrano mostrarci che oramai, anche nella danza, non può essere che così.

Silvia Poletti

LA NAZIONE (13 Ottobre 2007)

” Un’ ora di intenso spettacolo, video e movimenti che si intrecciano in un gioco artistico tra realtà e fantasia…….. i LIMITI sono quelli del rispetto sociale, delle risorse non riproducibili, sempre più scarse  in un futuro carente di ciò che oggi sprechiamo. Gli ostacoli – raccontano questi artisti – sono anche altri comportamenti come quelli che, […]

Continua a leggere

CORRIERE DI SIENA (11 Ottobre 2007)

” …..in apertura della stagione teatrale, LIMITI, l’ultima produzione della compagnia senese MOTUS …Danza e video si intrecciano ancora una volta, ricreando un’atmosfera fantastica anche grazie alla creazione di una scenografia nella quale i danzatori si immergono totalmente. Tradurre in immagini di danza concetti molto complessi come il bilancio energetico del mondo e il calcolo […]

Continua a leggere

IL CORRIERE (22 Agosto 2007)

In CONFINI la scelta della multimedialità, che aveva già permesso alla compagnia senese di aggiudicarsi il Premio Internazionale Teatarfest, ha subito una ulteriore evoluzione….. infatti la coreografia di Simona Cieri è interpretata da cinque danzatori che si moltiplicano dialogando con le loro controparti virtuali …”

Continua a leggere

CORRIERE DELL’UMBRIA (12 Aprile 2007)

” …la narrazione poetica passa da ambientazioni irreali e fantastiche a situazioni reali, in continuo contrappunto, per costruire un ritmo che tiene accesa l’attenzione dello spettatore, utilizzando anche il colpo di scena. In CONFINI la scelta della multimedialità crea una sovrapposizione tra le immagini virtuali dei danzatori sullo schermo e quelle reali in movimento sul […]

Continua a leggere

CORRIERE DELLA SERA (17 Febbraio 2007)

“CONFINI è la proposta più recente della compagnia Motus danza …. La cifra stilistica che contraddistingue questa compagnia è un linguaggio complesso, strutturato su espressioni in continuo confronto con moduli comunicativi che adoperano tanto i movimenti del corpo quanto i codici verbali, ma, in ogni caso, si dischiudono verso l’impegno sociale che perseguono attraverso la […]

Continua a leggere
Previous slide Next slide Show content Hide content

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi