ARCH

ARCH è una coproduzione MOTUS/Teatro della Comunità

nell’ambito del Progetto “Residenze Coreografiche” di MOTUS

A prima vista un viaggio nella genesi dell ‘uomo, due donne in scena officiano un rito antico e moderno.Le loro vite, i loro corpi forgiati dall’esercizio quotidiano, segnati dal tempo eppure freschi di gioventù, ci raccontano di noi con il loro incalzante movimento,i loro giochi, i loro abbracci, le loro lotte con le ombre ed i riflessi…le quattro stagioni della vita.

Riprodurre in scena l’archetipo della donna, dall’antichità ai giorni nostri, e comunicare la forza propulsiva della Donna nel mondo. Madri e figli, la nascita, il suo segreto. La donna, come un’eroina mitologica, sopporta le pene del parto che superano i dolori del soldato in battaglia.

Cogliere l’attimo sospeso, il momento poetico, l’attimo prima di ogni azione, la sospensione, la muta e attiva frazione di secondo prima di qualsiasi gesto. Tutto può accadere: un bacio, una carezza, un pugno e il non saperlo marca la differenza, genera tensione, interesse, curiosità. Nella nostra vita non esiste un’ azione uguale all’altra, perché il pensiero che le precede é sempre diverso.

Ho la sensazione di volare, con voi?

 

Coreografie Tanya Khabarova e Lidia Kopina
Musica autori vari
Interpreti Tanya Khabarova e Lidia Kopina

 

Foto: Carlo Pennatini

Previous slide Next slide Show content Hide content

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi